ARCANIVERSITAS
Come vestirsi

Linee guida e consigli per il tuo abito di scena


“Da sempre maghi e streghe si sono distinti nella moda e nello stile dal mondo babbano.
I colori e le forme dei modelli manifestano ed incarnano l'unicità di ogni mago: le trame e gli orditi sono costituiti dai vibranti fili della loro storia e delle loro esperienze, dal profumo antico che permane tanto negli abiti tradizionali, quanto nei modelli più moderni. Dalle boutique più raffinate, alle botteghe dei sarti, fino ad arrivare a mettere il naso nell'armadio della vecchia zia Brigitta, troverete capi adatti per diverse occasioni mondane che più si addicono al vostro carattere arcano, senza scivolare nell'eccesso, nella banalità o nella volgarità... che preferiamo lasciare ai peculiari gusti dei babbani.”
Antonfulvo Magò, stilista e proprietario di Modamagò



Forse l’abito non farà il monaco... ma certamente fa il mago!

Per partecipare ad Arcaniversitas è necessario avere un abito di scena adeguato al tenore dell’evento, ben realizzato e il più possibile realistico. Puoi cucirlo tu, chiedere alla nonna o alla sorella sarta, acquistarlo dove vuoi o presso le sartorie di Incantavia, la strada commerciale del Mondo Magico italiano.



Fonti di ispirazione
Romanzi e film

Se dai romanzi della saga di Harry Potter è possibile desumere lo stile generale e il tono degli abiti del Mondo Magico, l’incredibile lavoro delle tre Costume Designer che hanno dato vita alle trasposizioni cinematografiche - Judianna Makovsky e Lindy Hemming rispettivamente per il primo e il secondo capitolo e Jany Temime per tutti gli altri - è fonte di ispirazione diretta e fruibile nelle innumerevoli risorse on-line oltre che nei contenuti speciali.


Stile e tono sono fondamentali
Rispetta queste semplici regole

  1. Non è un cosplay. Per quanto possano essere una giusta fonte di ispirazione, non copiare integralmente i costumi della saga di Harry Potter, in questo modo le caratteristiche e le sfumature del tuo personaggio non saranno erroneamente associate ad un altro, ben più noto character cinematografico.
  2. Non è un abito da rievocazione storica. Lasciati ispirare e suggestionare dagli abiti storici, che siano medievali o degli anni Settanta, ma non prenderli così come sono, fai tuo anche solo un dettaglio - una piuma, un tipo di stoffa, il taglio di una giacca - e prova ad applicarlo su un abito dal tono più moderno.
  3. Trova il tuo equilibrio. Prima ancora di parlare, suggestiona chi ti sta di fronte attraverso il tuo impatto scenico. Cosa suggerisce il costume a proposito del tuo personaggio? Dà l'idea di una persona socievole? Affabile? Buffa? Oppure austera e severa? Cerca di comunicare attraverso le forme ed i colori. Se il personaggio è un oscuro mago dalla reputazione sinistra è normale che tu scelga toni altrettanto cupi, ma attento a non cadere nell'eccesso e diventare il signore dei vampiri! Quello è un altro gioco.
  4. Qualità dei tessuti. Anche la scelta dei materiali è importante. Non dovrai necessariamente puntare alla stoffa pregiata, ma evita abiti ricavati da tessuti di fodera, panno lenci o lycra: per quanto economici, qualunque modello sceglierai di portare indosso sarà scambiato per un economico costume di carnevale.


Il Gran Ballo
Ben educate frivolezze

È tradizione che a Roccantica sia organizzata una grande festa danzante alla quale sono invitati gli studenti, i professori, il personale, gli ospiti e gli abitanti di Borgotorvo. Si tratta di un’occasione mondana in cui si è soliti indossare abiti eleganti.


Nota costume per gli studenti
Un’uniforme… uniforme!

Gli studenti devono essere dotati di uniforme, abiti comuni e - se lo desiderano - un abito per il Ballo.
Uniforme. Pensa quanto sarebbe brutto vedere tante uniformi diverse una dall’altra. Per questa ragione gli studenti sono tenuti a procurarsi per conto proprio camicia bianca, scarpe nere non sportive e pantaloni o gonna nera. Sono tenuti inoltre ad acquistare dalla Sartoria di Arcaniversitas la cappa, il gilet e la cravatta al prezzo di costo dei tre capi (120 euro).
Abiti comuni. Gli abiti comuni dei giovani del Mondo Magico prendono ispirazione dalla moda Babbana. Evita però marchi famosi evidenti - che siano scritte o logo. Prediligi abiti che siano in linea con lo stile degli ultimi due film della saga, aggiornati ad oggi.
Abiti per il ballo. Segui le indicazioni generali riportate sopra e applicale ad un contesto mondano. Se sei uno studente e non hai la possibilità di portare un abito speciale al ballo potrai partecipare con l’uniforme di Roccantica.